Un’idea sfiziosa per cena da preparare in cinque minuti: una ricetta tramandata dalla tradizione


Oggi vi voglio raccontare un piatto molto semplice ma estremamente gustoso preparato dalla mia carissima amica Costanza che condivide con me questo blog:

Spaghetti di Gragnano con pomodorini datterini al forno, salame di tonno siciliano e burrata Pugliese Dop.

E’ un piatto molto veloce da preparare ma il risultato è strepitoso sia nella presentazione che al palato.

Chiaramente servono degli ingredienti di ottima qualità: Costanza aveva una burrata pugliese freschissima, e dei pomodorini datterini dell’ortolano

Ecco come fare per prepararla:

Prendete dei pomodorini datterini ,li dividete in due e li adagiate su una teglia da forno conditi con un filo d’olio extra vergine d’oliva,sale,peperoncino e pochissimo origano. Accendete il forno a 200° e li fate cuocere finchè non vedete che sono leggermente gratinati.

Intanto mettete un pentola alta con l’acqua a bollire.

Come pasta abbiamo usato gli spaghetti di Gragnano. Mentre la pasta bolle, prendete una padella larga e mettete :olio extra vergine d’oliva,uno spicchio d’aglio intero, un pochino di peperoncino. Appena l’aglio imbiondisce, aggiungete i pomodorini, il salame di tonno sbriciolato ed  una manciata di pinoli. Fate rosolare qualche minuto.

Intanto affettate la burrata a striscioline molto sottili e  tenete da parte.

Scolate la pasta molto al dente ,3 minuti prima del tempo indicato sulla confezione; trasferitela nella padella e mantecate con il sughetto preparato. Se la pasta dovesse risultare un pò secca aggiungete un pò d’acqua di cottura degli spaghetti. A questo punto  aggiungete a freddo la burrata e girate bene per amalgamare il tutto.

Et voilà: la pasta è pronta

E’ un piatto dotato di grande dolcezza e cremosità in bocca ,data dalla burrata. Ha anche una bella persistenza ed aromaticita’. Una vera delizia per il palato.

Per l’ abbinamento abbiamo pensato ad un rosato francese prodotto nella Cotes Du  Rhone: Pont D’Avignon 2015. E’ un rosato a base di Syrah, Grenache, Mourvedre.

Abbinamento  molto interessante, la tendenza dolce dei pomodorini viene ben equilibrata dalla freschezza del vino e la grassezza lasciata in bocca dalla burrata viene bilanciata dalla sapidità del vino.

Vino di un bel colore rosa cerasuolo. Al naso offre profumi floreali e fruttati : prima sentori di  rosa, viola, poi ciliegia croccante, fragolina di bosco. Seguono poi sentori agrumati  e chiude con lievi note speziate di pepe. In bocca ha una bella freschezza e buona struttura. Chiude con note sapide. Vino intenso ,abbastanza persistente e fine. Perfetto direi con i nostri spaghetti: provare per credere!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *