UNA SCOPERTA EMOZIONANTE RIMASTA NASCOSTA PER SECOLI



English Version at the end of the page

Oggi vi voglio raccontare un avvenimento emozionante e strepitoso che mi è successo a casa a Villa La Ripa la scorsa settimana.

Stavo facendo una passeggiata insieme ai miei cani intorno alla casa e avvicinando al giardino segreto, che costeggia la Villa, mi accorgo che un pezzetto dell’intonaco del muro della Villa era cascato.

Immediatamente chiamo mio padre per valutare meglio il danno. C’erano infatti dei calcinacci che erano venuti via e nel ripulire il muro intravedo due mattoni di pietra. Li tocco per valutare se sono aderenti al resto della costruzione e mi accorgo che c’è una stretta insenatura fra le due pietre. Tolgo allora la polvere ed i rimasugli di pietra . Ed ecco quello che vedo: è incredibile.

E’ stata una scoperta emozionante, ho fra le mani qualcosa di rotondo  e di metallo.

E’ una moneta antica. E’ rimasta per secoli, lì ,chiusa fra due mattoni.

L’abbiamo ripulita e ci abbiamo studiato sopra, consultando in biblioteca i libri che parlano della storia della costruzione della Villa. Non mi capacitavo come mai una moneta antica fosse stata lasciata fra due pietre per secoli. E poi, perché proprio la moneta con l’effige del Papa? E chi è questo papa?

Studiandoci un po’, sono riuscita a rispondere a queste domande.

La moneta sul fronte rappresenta il Papa Giulio III Dal Monte chei fu eletto papa nel 1550.  Ogni papa coniava  le moneta con la sua effige, per lasciare una testimonianza storica del proprio pontificato. Proprio qualche anno dopo fu costruita Villa La Ripa.

Sul retro invece è riportato lo stemma della città di Bologna in onore della città dove le monte venivano coniate.

Precisamente  nel 1558  Raffaello Gualtieri che era l’ambasciatore del papa Giulio III Dal Monte edificò la Villa come regalo di nozze per la sua futura moglie Bianca dei Paganelli, una donna fiorentina.

All’epoca era ritenuto di buon auspicio nascondere fra le pietre della casa, soprattutto agli angoli, le cosiddette “cantonate”, la moneta del Papa in carica; era credenza che questo portasse felicità e prosperità nella vita dei due futuri sposi.

Ed ecca che  ora torna tutto, e il mistero è chiarito. Non era un caso che quella moneta fosse stata dimenticata per secoli fra due vecchie pietre; ma è stata volutamente messa lì come augurio di fortuna.

E ora noi continueremo per tradizione a tenerla esposta in casa sperando che continui a portarci una buona sorte nei tempi a venire.

 

Link Web:

Villa La Ripa

 

 


AN EXCITING DISCOVERY HAS REMAINED HIDDEN FOR CENTURIES

Today I want to tell you an exciting and amazing occurrence that happened to me at home at Villa La Ripa last week. I was taking a walk with my dogs around the house and approaching the secret garden, which passes the Villa, I noticed a piece of plaster that had fallen from the wall of the Villa.

I call immediately my father to assess the damage. In fact, there are some debris that had come off and while cleaning the wall I see two bricks of stone peeking out. I touch them to evaluate if they are adherent to the rest of the building and I realize that there is a narrow recess between the two stones! So I remove the dust and the remnants of the stone. And here’s what I see: it’s incredibile!

It was an exciting discovery, I have something round and metal in my hands.

It is an ancient coin. It has remained for centuries, there, immured between two bricks.
We cleaned and examined it, consulting the books in the library that tell about the history of building the Villa. I couldn’t understand why an ancient coin had been left between two stones for centuries. And then, why precisely the coin with the portrayal of the Pope? And who is this Pope? By studying it, I managed to find and answer to these questions. The front side of the coin represents Pope Julius III Dal Monte who was the elected Pope in 1550. Every pope minted coins with his portrayal, to leave a historical evidence of his papacy. Actually just a few years later Villa La Ripa was built

On the back you can see the coat of arm of the city of Bologna to honor the city where the coins were minted.

Precisely in 1558 Raffaello Gualtieri, who was the ambassador of Pope Julius III Dal Monte, built the Villa as a wedding present for his future wife Bianca dei Paganelli, a Florentine woman.

At the time it was considered as a good portent to hide among the stones of the house the currency of the acting Pope, especially in the corners, which are called “cantonate”; people believed that this brought happiness and prosperity to the life of the future married couple.

And here everything fits together: the mystery is clarified! It was no accident that this coin had been forgotten for centuries between two old stones; it was put there deliberately as a wish for good luck.

And now we will continue this tradition and keep it exposed at home, hoping that it will continue to bring us good fortune for the times, which are about to come.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *